Un documentario di NomadeTV24 preciso nelle informazioni, intenso, bellissimo sul campo di Calais, chiamato the jungle. 8000 migranti vivono ammassati nel fango in questo angolo di terra, affacciato sul canale della Manica, a nord della Francia, nel tentativo di passare nel Regno Unito. The jungle è il simbolo drammatico delle frontiere europee, delle politiche repressive del diritto alla mobilità delle persone, dei dispositivi di controllo ed emergenziali che regolano la vita del continente. Mostra anche la capacità umana di resistere e di lottare per la libertà, di inventarsi, di creare, in qualsiasi luogo del pianeta, anche nelle condizioni più dure. Sabato 23 gennaio scorso un corteo di quattromila migranti e attivisti è partito da qui per rivendicare il diritto alla mobilità e contro le condizioni di sovraffollamento del campo. Apprendiamo in queste ore che le tre attiviste italiane, Martina, Ornella e Valentina, arrestate inizialmente insieme ad altre 35 persone tra migranti ed attivisti, sono state rilasciate. Nel Cra di Lille, dove erano trattenute, restano al momento altri sei migranti.

Print Friendly